Home Sport Alpiniadi Sci alpinismo: vince Belluno con Corazza e Polito

Sci alpinismo: vince Belluno con Corazza e Polito

17

Il primo dei tre giorni di gara delle Alpiniadi si è aperto con la competizione più squisitamente alpina, lo sci alpinismo, disputato sulla bella pista Le Buse-Molino. Alla partenza si sono presentate 140 squadre, formate da due atleti ciascuna.

I 700 metri iniziali di ripida salita hanno da subito fatto la selezione tra il folto gruppo di atleti. Il cambio delle pelli è avvenuto alle Buse dove un tratto in discesa ha preceduto la ripida salita, sci in spalla, sul costone di roccia, raggiungendo la quota massima di 2390 metri. Quindi la discesa e una nuova breve salita verso l’arrivo.

Primi al traguardo, con un tempo di tutto rispetto per aver coperto i 1200 metri di dislivello in poco più di un’ora, è la squadra di Belluno formata da Germano Corazza e Lauro Polito, seguita ad un’incollatura da Matteo Piller Hoffer e Marzio Bombassei della sezione Cadore. Terza la rappresentativa della sezione di Tirano con Valter Trentin ed Eros Pini.

Tra le rappresentative militari ha vinto il 2° Alpini con il capitano Gian Luca Gardini e il caporal maggiore capo Simone Oliviero. Menzione speciale anche per Stefano De Meio e Natale Brugnolo, due soci aggregati della sezione Cadore che per la prima volta hanno partecipato ad una competizione sportiva dell’ANA.

Nella classifica per Sezioni si è imposta la sezione di casa, Belluno, con 1312 punti, seconda Bergamo con 1291 punti, terza Trento, 1081 punti.

Le premiazioni si sono svolte nel pomeriggio al PalaDolomiti di Falcade, presenti, tra gli altri, il presidente dell’ANA Corrado Perona, il vice presidente vicario Sebastiano Favero, il presidente della sezione di Belluno Arrigo Cadore, Onorio Miotto, presidente della Commissione Sport dell’Associazione e il coordinatore allo Sport Daniele Peli.

Le classifiche dello sci alpinismo »

Guarda le foto »

La partenza al Molino.

Un momento della gara in vetta, sullo sfondo le splendide Dolomiti.

Il podio dei primi tre classificati e i responsabili dell’ANA.