Home Truppe Alpine I genieri alpini impegnati nel disinnesco di una bomba a Casale Monferrato

I genieri alpini impegnati nel disinnesco di una bomba a Casale Monferrato

3

Alle ore 9 di domenica 19 febbraio gli artificieri del 32° Reggimento Genio Guastatori della Brigata Taurinense, unità altamente specializzata dell’Esercito Italiano, opererà a Casale Monferrato per neutralizzare una bomba d’aereo americana da 1.000 libbre della seconda guerra mondiale.

La bomba, tipo AN-M65 contenente circa 270 kg di esplosivo, è stata rinvenuta in riva al fiume Po in seguito agli eventi di piena di novembre 2016 e, al termine di delicate operazioni di “despolettamento” e di messa in sicurezza, verrà trasportata in una cava nei pressi del luogo di ritrovamento dove sarà successivamente fatta brillare.

Le operazioni di bonifica, rese possibili grazie alle disposizioni della Prefettura di Alessandria in coordinamento con il Comune di Casale Monferrato e con l’ente Parco Fluviale del Po, prevederanno il blocco del sorvolo e del traffico ferroviario e veicolare nei pressi dell’area interessata, oltre allo sgombero della popolazione civile secondo quanto disposto dalle autorità comunali.

Gli specialisti della Taurinense – che vantano una preziosa esperienza maturata anche nelle missioni all’estero – nel solo 2016 hanno effettuato 128 interventi, rendendo inoffensivi oltre 750 residuati bellici inesplosi nel territorio di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

A fianco della propria attività prettamente militare il 32° Reggimento Genio Guastatori di Fossano interviene, quando richiesto, in attività a supporto della popolazione in caso di calamità, come nel basso Piemonte lo scorso novembre e in Abruzzo a seguito delle eccezionali nevicate.

L’Esercito Italiano è sempre più frequentemente chiamato ad un impiego poliedrico e duale, confermando una sempre maggiore disponibilità di uomini e donne, mezzi ed equipaggiamenti in grado di operare ed essere utilizzati anche in favore della popolazione, sul territorio nazionale.