Home L'Alpino 2011 “Sporadici fatti d’arme”, ma fu un inferno

“Sporadici fatti d’arme”, ma fu un inferno

0
Negli atlanti storici il nome di Pljevlja è difficile trovarlo. Tutt’al più si saprà che è una ridente cittadina dell’alto Montenegro circondata da dolci colline e dalla lunga tradizione guerriera. Eppure, settant’anni or sono fu una bolgia infernale in cui si combattè per vincere o morire, senza alcuna regola tradizionale, ma una feroce e insidiosa guerriglia operata da forze che non avrebbero dato scampo né a prigionieri né a feriti. “C’era da rimpiangere – scriverà il compianto Vitaliano Peduzzi – l’onestà della guerra di Albania…”.

Contenuto riservato ad associati o abbonati. Effettua il LOGIN oppure REGISTRATI per visualizzare il contenuto.